Ponti radio e satelliti per telecomunicazioni

Generalità

I Ponti Radio sono dei collegamenti radio bidirezionali fra due stazioni fisse, effettuati a mezzo di microonde, utilizzando antenne paraboliche.

Possono avvenire direttamente fra due punti della terra ed allora si chiamano Ponti Radio Terrestri.

anim_ponti_1

Possono invece collegare due punti lontani sulla terra per mezzo di un satellite artificiale per Telecomunicazioni ed allora si chiamano Ponti Radio Satellitari, talora utilizzando pià di un satellite geostazionario  e stazioni terrestri di collegamento quali ripetitori.
I ponti radio si classificano, in base al tipo di modulazione, in analogici e numerici.
I ponti radio utilizzano, per le trasmissioni, frequenze nel campo dei Gigahertz e quindi lunghezze d'onda dell'ordine del centimetro, per cui le antenne impiegate sono necessariamente del tipo parabolico, fortemente direttive, ad altissimo guadagno, tipicamente dell'ordine di 40 - 50 dB. 

anim_ponti_2
Poiché la propagazione delle onde elettromagnetiche a queste frequenze avviene in modo analogo a quella della luce, la trasmissione avviene in modo rettilineo, perciò le antenne devono essere a visibilità diretta, cioè l’una deve vedere l’altra, senza ostacoli in mezzo, che intercetterebbero il fascio di onde interrompendo la trasmissione. anim_ponti_3

ANTENNE PARABOLICHE PER PONTI RADIO

I Ponti Radio vengono usati per usi telefonici, televisivi, radiofonici, musicali, sistemi di allarme e per trasmissione dati.
La capacità trasmissiva di un Ponti Radio indica la quantità di informazioni che è in grado di trasmettere e si misura in numero di canali telefonici ognuno dei quali è largo 4 KHz, così ad esempio, un ponte radio con larghezza di banda di 96 KHz ha capacità trasmissiva di:

cifra 

In ogni stazione sono sempre presenti un trasmettitore (T) e un ricevitore (R) funzionanti a frequenze diverse per non entrare in autooscillazione per effetto Larsen, come avviene quando un microfono si avvicina troppo all'altoparlante e dà luogo al famoso "fischio del microfono".
Quando la distanza da coprire è troppo grande, si posizionano dei ripetitori in posizioni intermedie secondo lo schema seguente nel quale si evidenzia come sia possibile sia l’uso di una sola, sia di due antenne separate per la trasmissione e la ricezione, e come sia costituita la stazione ripetitrice intermedia.

anim_ponti_4

 Lo studio dei Ponti Radio  può essere suddiviso in vari argomenti che si possono approfondire separatamente:

Continua:

Argomenti