Laser

Generalità

LASER è un acronimo, una parola, cioè, formata dalle iniziali di altre parole: Light - Amplification - by Stimulated - Emission - of Radiation, che significa: amplificazione luminosa per mezzo di emissione stimolata di radiazioni.
Il laser è un dispositivo in grado di emettere radiazioni luminose di tipo coerente, cioè con tutti i raggi in fase, e monocromatico, cioè composte da un solo colore e quindi da una sola frequenza.
Il fenomeno fisico sul quale si base il suo funzionamento è quello dell'emissione stimolata, enunciato da A. Einstein nel 1917 e preso in considerazione, a livello applicativo, negli anni '50 nell'ambito della ricerca sugli orologi atomici, che portò alla realizzazione del primo MASER ( Microwave - Amplification - by Stimulated - Emission - of Radiation) ad ammoniaca.

coil_ruby1Il Laser è stato inventato, a livello teorico, nel 1958 da uno scienziato americano, Charles H. Townes e realizzato, per la prima volta da due americani, T. H. Maiman e A. Javan, e dai russi N.G. Basov e A.M. Prochorov, negli anni '60.
A destra la foto del primo LASER realizzato da Maiman nel '60.

Da un punto di vista concettuale, può essere considerato la naturale continuazione, nel campo ottico, del MASER, amplificatore a microonde, funzionante all'elio liquido, inventato in precedenza.

Il raggio LASER ha anche la caratteristica di essere fortemente concentrato al punto da potersi considerare perfettamente rettilineo ed il suo diametro è dell'ordine del millesimo di millimetro.
La luce bianca, è costituita da tutti i colori dell'iride, così pure quella solare, o quella di una comune lampada a incandescenza.
Il raggio laser ha la caratteristica di essere monocromatico, cioè costituito rigorosamente da un solo colore, cioè da una sola frequenza.

anim_luce

anim_laser

Continua:

Argomenti